Michele ma… perché Giovinazzo non rientra nella ZES a cui il PNRR sta destinando ingenti risorse?

In Puglia sono state istituite due ZES (Zone Economiche Speciali): una ZES ionica interregionale Puglia-Basilicata e una ZES Adriatica interregionale Puglia-Molise.

Principio cardine di queste aree speciali con forti agevolazioni fiscali e dotate di strumenti finanziari per favorire l’interscambio di merci, servizi, assorbire la manodopera in uscita e promuovere nuovi investimenti da parte delle imprese, è la presenza di un porto.

La Regione Puglia ha individuato per la ZES Adriatica i sistemi portuali di Manfredonia, Barletta, Bari, Molfetta, Monopoli e Brindisi. A seguire la Regione ha tenuto conto di altri fattori per stabilire il perimetro della ZES quali la preferenza per aree parzialmente già occupate da imprese esistenti con più ampie percentuali di superfici libere per nuovi insediamenti e soprattutto la preferenza per aree dove le imprese hanno un nesso funzionale con i sistemi portuali per attività di import export.

Nella provincia di Bari che annovera ben 41 Comuni sono stati inclusi in zona ZES le aree di soli 7 Comuni che avevano i requisiti indicati: Bari, Molfetta, Modugno, Bitonto, Altamura, Gravina e Monopoli. Il nostro Comune ha comunque inteso in passato candidarsi ad un avviso pubblico emanato dalla Regione Puglia per sottoporre l’attenzione per la propria area (zona Lugo Terminal) nell’ottica di redistribuzione di una parte minimale di ettari ZES messi appunti a bando.

Le nuove opportunità previste dal PNRR stanno inducendo la Regione Puglia a ulteriori riflessioni sulla distribuzione di questi ettari ancora da assegnare.

https://michelesollecito.it/wp-content/uploads/2022/03/MS_logo-HD-100.jpg
Contatti
Piazza Vittorio Emanuele II 74, Giovinazzo
Pagine popolari

Il sito o gli strumenti terzi utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento, utilizzando il sito accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi